Musica e Cultura Redazione 22 Giugno 2021 (0) (220)

FORMAZIONE – 2,4 mln aggiuntivi per potenziare gli Istituti Tecnici Superiori

“Con un nuovo bando investiamo 2,4 milioni di euro per gli Istituti Tecnici Superiori. Le risorse sono aggiuntive rispetto a quelle che annualmente stanziamo, un’ulteriore impegno con l’obiettivo di favorire un maggiore legame degli ITS già attivi con il mondo delle imprese e sviluppare progetti sempre più innovativi. In particolare prevediamo di incentivare l’attrattività dei percorsi, la flessibilità dell’offerta formativa rendendola più attinente alle esigenze delle imprese e potenziare il raccordo e l’allineamento fra i percorsi formativi e le filiere produttive di riferimento, aumentandone, in tal modo, l’attrattività da parte di giovani e adulti. Non ultimo intendiamo sostenere iniziative di orientamento per far conoscere gli ITS quale scelta strategica sul fronte occupazionale. Il sistema degli Istituti Tecnici Superiori, infatti, si è dimostrato assai valido per l’acquisizione di conoscenze e competenze immediatamente spendibili sul mercato del lavoro. In media, circa il 90% degli studenti trova occupazione a un anno dal diploma, ricoprendo funzioni coerenti col percorso di studi intrapreso. Potenziare ulteriormente l’attuale sistema significa agire direttamente a favore dell’occupazione per i giovani nonché promuovere lo sviluppo di imprese e del territorio.

L’Avviso Pubblico per la presentazione delle proposte progettuali “Azioni innovative di Sviluppo, Qualificazione e Rilancio strategico degli Istituti Tecnici Superiori (ITS) della Regione Lazio” è pubblicato sul sito regionelazio.itI progetti dovranno essere presentati esclusivamente in modalità telematica a partire dal 23 giugno fino al 22 luglio.

Non ultimo, vista la strategicità che la Regione Lazio si è data sul tema della formazione e delle competenze professionali, anche in coerenza con il PNRR, promuoveremo una nuova programmazione per gli ITS, prevedendo l’ampliamento dei corsi e l’istituzione di altre mirate fondazioni“. 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *