Musica e Cultura Redazione 18 Marzo 2024 (0) (67)

DIRITTO ALLO STUDIO – Dichiarati vincitori tutti gli studenti idonei al bando 2023/2024

«Grazie alla grande attenzione e all’impegno verso il diritto allo studio della Regione Lazio e di DiSCo, anche quest’anno tutti gli studenti idonei che alla data del 9 febbraio 2024 hanno regolarizzato la loro posizione concorsuale, sono stati dichiarati vincitori» – ha dichiarato il Commissario straordinario di DiSCo, Giorgio Ciardi – «Si tratta di un segnale importante che conferma il nostro impegno per il sostegno economico nel percorso di studio dei nostri ragazzi fino ai livelli di istruzione più alti».

Le risorse impegnate per l’assegnazione delle 5.653 borse di studio ammontano a circa 26 milioni di euro, cifra che si aggiunge agli oltre 152 milioni già impegnati per le circa 30mila borse concesse alla data del 31/12/2023. 

In totale quindi, per l’anno accademico 2023-24, vengono stanziati oltre 179 milioni di euro per circa 35mila studenti.

I dati confermano un progressivo aumento delle risorse e degli studenti beneficiari che, nell’anno 2022/2023 erano circa 31mila, per una copertura finanziaria di circa 157 milioni di euro, mentre nell’anno 2021 – 2022, le borse di studio assegnate furono 30mila per un importo impegnato di circa 109 milioni di euro.

«Grazie alle risorse messe in campo da Lazio Disco, tutti gli studenti risultati idonei avranno accesso alle borse di studio universitarie 2023/2024. Una svolta alla quale abbiamo lavorato con determinazione con il presidente Francesco Rocca e l’assessore al Lavoro, alla Scuola, alla Formazione e Ricerca, Giuseppe Schiboni, per rispondere alle esigenze degli studenti che rischiavano di restare senza sostegno. Il diritto allo studio è e sarà una priorità per la Giunta Rocca»: così Luisa Regimenti, assessore all’Università della Regione Lazio. 

«Con il provvedimento di oggi garantiamo complessivamente a oltre 35mila studenti il sostegno economico per frequentare l’Università. Continueremo a lavorare per determinare un reale e paritario accesso allo studio e rendere sempre più attrattivo il sistema universitario del Lazio. Rafforzare l’accesso alla formazione universitaria significa rafforzare la nostra democrazia» conclude Regimenti.