Politica Redazione 16 Aprile 2024 (0) (38)

Elezioni europee 2024: voto a distanza per gli studenti fuori sede

La domanda deve essere presentata entro il 5 maggio 2024

Con l’avvicinarsi delle elezioni europee del 2024, si apre una nuova possibilità per gli studenti universitari che si trovano temporaneamente fuori sede per motivi di studio. Il diritto di voto, pilastro fondamentale della democrazia, viene esteso anche a coloro che si trovano lontani dal proprio comune di residenza, garantendo loro la possibilità di partecipare attivamente al processo decisionale dell’Unione Europea.

Secondo le disposizioni vigenti, gli studenti che si trovano in un comune diverso da quello di iscrizione elettorale per un periodo di almeno tre mesi che ricade entro la data delle elezioni, hanno diritto di votare fuori sede. Tuttavia, il procedimento varia a seconda che il comune temporaneo si trovi nella stessa circoscrizione elettorale del comune di residenza o in una circoscrizione diversa.

Nel caso in cui il comune temporaneo sia nella stessa circoscrizione del comune di residenza, gli studenti fuori sede potranno esprimere il proprio voto nelle sezioni ordinarie del comune temporaneo. In questo caso, il comune temporaneo fornirà all’ufficio elettorale un elenco degli studenti ammessi a votare nella stessa sezione. I nomi degli studenti che si presenteranno al seggio verranno aggiunti alla lista sezionale e annotati nel verbale.

Nel caso in cui il comune temporaneo si trovi in una circoscrizione diversa da quella del comune di residenza, gli studenti fuori sede voteranno presso sezioni speciali istituite nel comune capoluogo della regione di appartenenza del comune temporaneo. Il voto sarà espresso per le liste e i candidati della circoscrizione di residenza.

Per presentare la domanda di voto fuori sede, gli interessati devono rivolgersi al comune di iscrizione elettorale entro il 5 maggio 2024, allegando copia di un documento di identità valido, della tessera elettorale personale e del certificato di iscrizione all’università. La domanda può essere consegnata di persona agli uffici preposti, inviata tramite strumenti telematici o tramite persona delegata.

È possibile revocare la domanda entro il 15 maggio 2024. Dopo aver ricevuto la domanda, il comune di residenza verificherà il possesso del diritto di voto attivo entro il 20 maggio 2024, comunicando la decisione al comune temporaneo o al comune capoluogo della regione, a seconda del caso.