Musica e Cultura Redazione 16 Gennaio 2024 (0) (125)

Il Dubbio di Ulisse: una straordinaria esposizione di incisori a Formello

Dal 20 gennaio al 3 febbraio, il Centro di Incisione e la Grafica d’Arte di Formello ospiterà un evento straordinario: “Il Dubbio di Ulisse”, un’affascinante esposizione di incisori di fama nazionale ed internazionale. I protagonisti di questa mostra sono Giorgio Fiume, Piero F. Tevini, Leonardo Galliano e Massimo Pompeo, artisti di grande talento che hanno dedicato la loro vita a esplorare le possibilità dell’arte della grafica.

L’ispirazione dietro “Il Dubbio di Ulisse” nasce dalla mente creativa di Giorgio Fiume, uno degli incisori più rinomati del panorama artistico contemporaneo. La mostra si propone di presentare al pubblico opere che rappresentano l’essenza della grafica contemporanea, unendo influenze nazionali ed internazionali in un’esperienza visiva unica.

Il tema centrale della manifestazione è il concetto di “dubbio” associato a Ulisse/Odisseo, figura poetico-mitologica che ha affascinato generazioni con la sua storia epica. Ulisse, re, marito, padre, si trova a un bivio esistenziale, confrontato con la scelta tra guidare un regno e seguire la propria coscienza, tra il dovere e la libertà.

La duplicità dell’essere, oggetto di riflessione fin dai tempi antichi, viene esplorata attraverso le opere esposte, che incarnano la complessità della condizione umana. Gli incisori partecipanti offrono uno sguardo profondo su questioni esistenziali universali, portando avanti la tradizione della grafica come forma d’arte capace di comunicare emozioni e pensieri complessi.

La mostra non solo offre un’opportunità per immergersi nell’estetica della grafica contemporanea, ma anche per riflettere sulle sfide e le scelte che caratterizzano la vita di ciascun individuo. “Il Dubbio di Ulisse” invita il pubblico a esplorare la propria interiorità, stimolando la riflessione su temi eterni che attraversano le epoche.

Il Centro di Incisione e la Grafica d’Arte diventa così il palcoscenico di un dialogo visivo e concettuale, dove le opere degli incisori diventano le voci di Ulisse e le sfumature del dubbio umano. Questa esposizione promette di essere un’esperienza coinvolgente per gli appassionati d’arte e per coloro che desiderano immergersi in un viaggio di riflessione sulla complessità della vita e delle scelte che ne definiscono il corso.