Lifestyle Redazione 28 Aprile 2023 (0) (200)

‘Il Maggio della Cultura’ dell’Istituto Plinio Il Vecchio

Anche quest’anno presso l’Istituto comprensivo “Plinio il Vecchio” si svolgerà la seconda edizione della rassegna culturale e letteraria “Il Maggio della Cultura: la scuola come spazio vivo di Dialogo e Bellezza” con il patrocinio del Comune di Cisterna di Latina.

Diverse le iniziative programmate e le occasioni di incontro con la letteratura, la scienza, la pedagogia, la legalità, nella location appositamente allestita presso la sede della scuola secondaria di I grado.

Si inizierà il 2 maggio alle 17 con l’incontro, aperto a docenti e genitori, con Marcella Ciapetti, pedagogista, esperta in processi formativi ed educativi, autrice; il 3 maggio alle ore 8:30 si terrà l’incontro tra il pubblicitario e scrittore Nicola Brunialti e gli alunni della scuola primaria; il 4 e 5 maggio alle ore 9 gli alunni della secondaria di I grado incontreranno Giuliana Facchini, autrice, promotrice della lettura tra ragazzi e adolescenti; l’11 e 12 maggio, alle ore 9, ci sarà il ritorno di Giacomo Bertò, giovanissimo scrittore, studente dell’anno 2020, vincitore del premio letterario internazionale “Il canto di Dafne” 2022 che incontrerà gli alunni della secondaria di I grado.

Il 19 maggio alle ore 9 si terrà il convegno “Gli ambasciatori del mare. Un’educazione alla sostenibilità e al rispetto dell’ambiente”, il 23 maggio alle 9 l’incontro con l’Arma dei Carabinieri per la Giornata della Legalità con la presenza del camper del cyberbullismo del MOIGE.

Concluderà la rassegna l’incontro degli alunni dell’infanzia con l’autrice e giornalista Chiara Sorrentino, il 26 maggio alle ore 10.

«La nostra scuola, come presidio culturale – sottolinea la dirigente scolastica prof.ssa Fabiola Pagnanelli – apre nuovamente le porte al territorio: alunni genitori e docenti potranno godere di esperienze altamente formative. La rassegna, infatti, nasce proprio dalla storia della nostra scuola, dall’identità strategica dell’istituto che dirigo e cioè l’orientamento formativo, quel processo educativo di crescita che accompagna tutti i nostri bambini dall’infanzia alla secondaria di primo grado e che ha come finalità quella di favorire la conoscenza e la scoperta delle proprie attitudini e talenti.

“Il Maggio della Cultura” rappresenta un’osmosi di tutte quelle variabili pedagogiche e culturali che quotidianamente mettiamo in campo e che ormai la cittadinanza ci riconosce in maniera autentica ed oggettiva e quest’anno abbiamo deciso di arricchire ulteriormente la rassegna anche con seminari di approfondimento tematico e puntando su approcci incentrati su alunni e famiglie. L’idea è quella di continuare a promuovere esperienze culturali riattualizzandole a seconda delle esigenze del territorio, creare abitudini culturali e curiosità; stimolare in sintesi la crescita culturale attraverso la fruizione di eventi, favorire percorsi di approfondimento e una partecipazione attiva. Creare dunque una contaminazione formativa ed educativa proprio attraverso la cultura; la scuola ancora una volta teatro di relazioni autentiche e significative, spazio vivo di Dialogo e Bellezza».