Attualità admin 28 Settembre 2020 (0) (142)

Monte Spaccato Calcio, al via partnership con Cotral

Il Montespaccato, reduce dalla confisca disposta dal Tribunale di Roma che ne rafforza il processo di rinascita e di rilancio avviato solo due anni fa, si presenta a media e cittadinanza per il suo storico ritorno in Serie D.“La storia del Montespaccato dal sequestro ad oggi – dichiara il Presidente di ASP Asilo Savoia Massimiliano Monnanni – è una storia di successo sportivo e sociale che coincide con la rinascita di un intero quartiere, dimostrando che la legalità può e deve essere sinonimo di vittoria nello sport come nella vita”.

L’approdo della squadra in serie D vedrà anche il debutto della nuova partnership con Cotral. L’azienda regionale di trasporto extraurbano sarà main sponsor della stagione agonistica 2020/2021 e sosterrà le attività della squadra con l’obiettivo di promuovere il proprio brand e i valori chiave che ispirano il programma e la missione di servizio pubblico di Cotral. Il logotipo dell’azienda – nelle varianti bianca e blu – decorerà le tre maglie della squadra, mentre i giovani calciatori saranno testimonial di una campagna di comunicazione sui canali social dell’azienda.  “Abbiamo accolto con grande entusiasmo l’invito a sostenere la Polisportiva Montespaccato  – dichiara la Presidente di Cotral, Amalia Colaceci – rivoltoci dall’Osservatorio per la legalità della Regione Lazio. La storia di questa squadra – fino a due fa nella mani di un clan mafioso e oggi in serie D – è un bellissimo esempio di riscatto sociale e un modello concreto di come si declina la legalità sul territorio”.

“Il Montespaccato rappresenta una bellissima storia che possiamo raccontare grazie alla cooperazione tra gli Organi dello Stato e delle Istituzioni ma soprattutto alla voglia di combattere dei ragazzi e dei cittadini del quartiere. Ringrazio Cotral e la sua Presidente Amalia Colaceci per la sensibilità dimostrata nella condivisione di un progetto che arricchisce di fiducia e speranza i nostri territori.  Non solo calcio ma integrazione, affermazione della cultura del rispetto e della lealtà sportiva, aggiunge Gianpiero Cioffredi, Presidente dell’Osservatorio per la Sicurezza e la Legalità della Regione Lazio. Una cultura dello sport ancorata a questi valori diventa parte di una più ampia cultura della legalità che si pone come vero e proprio antidoto  antimafia. Siamo felici perché abbiamo dimostrato che con la legalità si vince. Un grazie particolare al Presidente dell’Asilo Savoia, Massimiliano Monnanni per i risultati raggiunti ma soprattutto grazie al Presidente Nicola Zingaretti che dal giorno dopo il sequestro si è impegnato affinché l’impianto sportivo diventasse luogo di libertà e di responsabilità.”

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *