Musica e Cultura Redazione 6 Marzo 2024 (0) (56)

Palio Teatrale Studentesco ‘Città di Velletri’ 2024

Al via il Palio Teatrale Studentesco “Città di Velletri” 2024: nove serate e quindici spettacoli al Teatro Artemisio-Volonté
Tutto pronto per l’attesissima seconda edizione del Palio Teatrale Studentesco “Città di Velletri” – rassegna di spettacoli a cura degli allievi di tutte le scuole superiori del territorio – sostenuto dal Comune di Velletri, organizzato da ATCL, circuito multidisciplinare del Lazio, sostenuto da MIC Ministero della Cultura e Regione Lazio su progetto della Fondazione di Partecipazione Arte e Cultura Città di Velletri diretta da Giacomo Zito, con il patrocinio della Città Metropolitana di Roma Capitale, e il contributo di Banca Popolare del Lazio e Casa di Cura “Madonna delle Grazie” di Velletri, e in collaborazione con Mondadori Bookstore Velletri, Fort Apache Cinema Teatro e Teatro Club Udine. L’inaugurazione è in calendario per mercoledì 20 marzo, alle ore 20.45, presso il Teatro Artemisio Gian Maria Volonté.

I numeri della scorsa stagione hanno dato ragione a un progetto ambizioso ma ricco di potenzialità e soddisfazioni, sia per i ragazzi che per gli addetti ai lavori. Il Palio si è rivelato un percorso educativo e insieme luogo di fermento creativo, al fianco e insieme alla scuola.

Mercoledì 20 marzo in scena “Agamennone” e “Coefore”, a cura dei Laboratori Drammantico Alfa e Beta del Liceo “Ugo Foscolo” di Albano. Prima della doppia esibizione il taglio del nastro e i saluti istituzionali da parte di Fondarc, Comune di Velletri, Regione, ATCL.  Venerdì 22 marzo, invece, il Laboratorio Drammatico Gamma del “Foscolo” porterà sul palco veliterno “Eumenidi”. Si tornerà poi in sala mercoledì 3 aprile, con “Al di là di ogni ragionevole dubbio” del Laboratorio SuperArti del Liceo “Vito Volterra” di Ciampino e con “La vita è sogno” del Laboratorio TeatroL@ndi del Liceo Scientifico “Ascanio Landi” di Velletri.  Venerdì 5 aprile, invece, “Segreti tra noi” del Laboratorio di Teatro Civile Alessia Meloni del Liceo “James Joyce” di Ariccia e “Standard” del Laboratorio Kune dell’ITIS “Giancarlo Vallauri” di Velletri. Mercoledì 10 aprile sarà la volta di “Antigone” del Gruppo Teatro Cicerone del Liceo “Cicerone” di Frascati e di “Punti di svista” di Cantieri Creativi dell’IPSSAR “Ugo Tognazzi” di Velletri. Venerdì 12 aprile la programmazione propone “Macbeth” a cura di TeatroL@andi e “Cleopatra in trappola” del Laboratorio SperimentArti, entrambi con gli studenti del Liceo Scientifico “Ascanio Landi” di Velletri. Mercoledì 17 aprile in scena “E quindi uscimmo a riveder le stelle” di St Joseph Theatre Company del Liceo “San Giuseppe” di Grottaferrata e “L’impresario delle Smirne” del Laboratorio Arcobalene dell’IIS “Cesare Battisti” di Velletri. L’ultima serata del Palio è prevista per venerdì 19 aprile, e sarà introdotta dalla proiezione de “Il giardino delle delizie” a cura di Fort Apache Cinema Teatro, ente organizzatore del progetto che coinvolge detenuti o detenuti in misura alternativa (semilibertà, affidamento ai servizi sociali, affidamento in centri di prevenzione alla tossicodipendenza, detenzione domiciliare, etc..), che hanno intrapreso un percorso di professionalizzazione e inserimento nel sistema dello spettacolo, partecipando a diverse produzioni teatrali, televisive e cinematografiche. A seguire “La tempesta” della Compagnia dell’Altrove dell’IIS “Via Salvo d’Acquisto, 69” di Velletri e il “Teatrailer”, gara di trailer degli spettacoli in rassegna realizzati da attori e attrici in gara che avranno a disposizione un tempo di pochi minuti per sintetizzare il proprio lavoro a chiusura del Palio. Tutte le serate avranno inizio alle 20.45, con l’apertura del foyer e della biglietteria a partire dalle 20.

La premiazione dello spettacolo vincitore è in programma, invece, per venerdì 10 maggio, con un’altra iniziativa speciale: sul palco del Teatro di Velletri il gruppo “Chi non muore si rivede”, con “La prima legge della libertà relativa”, direttamente dal Palio Teatrale Studentesco “Città di Udine”, primo in Italia con oltre cinquanta edizioni all’attivo e da quest’anno virtualmente gemellato con Velletri grazie alla sinergia con l’Associazione Teatro Club Udine.

Il Palio 2024 si avvale anche quest’anno della media partnership dei giornali Castelli Notizie, La Torre, Velletri Life, L’Artemisio, La Notizia Oggi, Non Solo Rosa, Castelli Romani News e delle emittenti radiofoniche Studio 93 e Radio Mania. I giornalisti e gli inviati delle testate media partner sono anche esponenti della giuria, insieme ad altri docenti ed esperti le cui schede di valutazione saranno decisive per decretare lo spettacolo vincitore sempre tenendo conto dello spirito formativo e non competitivo della rassegna.

“Il Palio Teatrale Studentesco “Città di Velletri” è una rassegna di spettacoli alla quale prendono parte gli studenti delle scuole medie superiori di tutta l’area dei Castelli Romani.  La bellezza del teatro sta proprio in questo: permette ai ragazzi di socializzare, di imparare un’arte senza tempo e di gestire ed esprimere le proprie emozioni. Un attore può mettersi nei “panni dell’altro” e in questo modo può guardare il mondo con occhi diversi. Per Diderot l’attore era un creatore ed è proprio così, con il teatro si creano momenti, personaggi e vite che hanno modo di esistere solo grazie a quest’arte. Sono entusiasta che questa iniziativa sia alla sua seconda edizione e mi auguro possa andare avanti anche nei prossimi anni”, ha dichiarato il Vice-Sindaco e Assessore alla Cultura, Chiara Ercoli.

“L’Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio è entusiasta di contribuire alla buona riuscita di un progetto che, come il Palio Teatrale Studentesco “Città di Velletri”, offre agli studenti l’opportunità unica di esprimersi artisticamente e misurarsi, mediante le discipline sceniche, con i complessi processi di sviluppo individuale e collettivo”, ha detto Isabella Di Cola, direttrice artistica dell’ATCL.

“Il Palio è un luogo di fermento creativo a fianco e insieme alla scuola: un’occasione straordinaria per offrire alle ragazze e ai ragazzi l’opportunità di affinare i loro mezzi espressivi, di scoprire le loro attitudini individuali, di incontrarsi e di confrontarsi – insieme ai loro insegnanti, ai professionisti dello spettacolo e ai coordinatori – sulle idee e sulla loro possibile trasformazione in azione scenica; di mostrare il proprio lavoro imparando a gestire le emozioni; di vivere l’esperienza del “fare teatro” come momento di crescita e di maturazione individuale e collettiva, che permetta di conseguire una ineguagliabile esperienza formativa, civile e culturale. La prima edizione è stata motivo di tale gratificazione per gli oltre trecento allievi che si sono esibiti e per tutti gli operatori coinvolti, che per questa nuova edizione non solo è stata riconfermata la partecipazione di tutti gli istituti scolastici già presenti l’anno scorso, ma se ne sono aggiunti altri, per un totale di quattordici spettacoli in gara e un’estensione territoriale che, partendo da Velletri, giunge fino a Ciampino, passando per Albano, Ariccia, Frascati, Grottaferrata: un esito davvero sorprendente, e un chiaro segnale di entusiasmo nei confronti dell’iniziativa. Già in passato con ‘Il Tarocco d’oro’ – nato negli anni ’60, Velletri era stata luogo di fermento teatrale giovanile attivo, e quindi ci è sembrato naturale considerare il rinnovamento di un’esperienza rimasta nel cuore e nella memoria di tanti cittadini. Un ulteriore passo avanti che caratterizzerà questa edizione è il sodalizio con il Palio Teatrale Studentesco Città di Udine: in collaborazione con l’Associazione Teatro Club Udine – promotrice della omologa manifestazione friulana giunta quest’anno alla 53esima edizione, la rassegna veliterna ospiterà uno spettacolo presente nel programma del Palio udinese, in prospettiva di vedere ricambiata l’ospitalità il prossimo anno e gettando così le fondamenta per un fecondo gemellaggio artistico, che in futuro possa estendersi anche ad altre città italiane e straniere. Inoltre, dopo il successo della prima edizione, si è consolidata la collaborazione con l’Associazione Fort Apache Cinema Teatro, che anche quest’anno presenterà un nuovo prodotto multimediale realizzato con gli attori detenuti della Casa Circondariale di Velletri – offrendo così al Palio il ruolo di importante vetrina per la divulgazione di prodotti artistici e pratiche performative di preziosissimo valore educativo e sociale”. Queste le parole del direttore artistico della Fondarc, Giacomo Zito.

I biglietti (posto unico 5 euro) si possono acquistare presso “Il Biglietto” (via Eduardo De Filippo, 99 a Velletri), “Drin Service” (Via Galieti, 10 a Genzano), nei punti vendita Mondadori Bookstore Velletri, Lariano, Genzano, Frascati e Cisterna e al Teatro Artemisio-Volonté le sere dello spettacolo a partire dalle ore 20. La serata di venerdì 10 maggio è a ingresso gratuito. Mentre sono ancora vive le emozioni della prima edizione, dunque, è in arrivo il Palio Teatrale Studentesco “Città di Velletri”, una rassegna che mira a diventare punto di riferimento giovanile e scolastico per tutta la regione, in un viaggio virtuoso fra cultura, teatro e vita.

BROCHURE-PALIO-TEATRALE-STUDENTESCO