Musica e Cultura Redazione 28 Giugno 2024 (0) (29)

ROMA – Scuola, rafforzati buoni libro 2024-2025

La Giunta capitolina ha recentemente approvato una delibera che conferma e rafforza il contributo per la fornitura gratuita, totale o parziale, dei libri di testo destinato agli studenti e alle studentesse delle scuole secondarie di primo e secondo grado, inclusi gli iscritti ai percorsi di istruzione e formazione professionale (IeFP). Questo aiuto è rivolto alle famiglie con un indicatore ISEE non superiore a 15.493,71 euro.

Per l’anno scolastico 2024-2025, Roma Capitale ha deciso di aumentare significativamente la somma destinata agli studenti, con un incremento del 15,3%. I nuovi importi dei buoni sono fissati a 173 euro per le classi prime delle scuole secondarie di primo grado e per le classi prime e terze delle scuole secondarie di secondo grado, mentre per le classi seconde e terze delle scuole secondarie di primo grado e per le classi seconde, quarte e quinte delle scuole secondarie di secondo grado il contributo sarà di 150 euro.

I buoni potranno essere utilizzati per l’acquisto di libri di testo cartacei e digitali, dizionari, libri di narrativa (anche in lingua straniera) raccomandati dalle scuole, software a uso scolastico, USB, stampanti, notebook e tablet. In questo modo, si garantisce agli studenti l’accesso agli strumenti necessari per un percorso di studi completo e moderno.

Particolare attenzione è riservata agli studenti in condizioni di fragilità e disagio abitativo. In collaborazione con i Servizi Sociali municipali e dipartimentali e con le Associazioni iscritte al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS) con sede legale a Roma, verrà assicurato l’accesso ai buoni anche per questi ragazzi, garantendo loro il diritto allo studio.

Un’ulteriore conferma della sensibilità della Giunta capitolina verso le esigenze delle famiglie è data dall’erogazione dei buoni all’inizio dell’anno scolastico. Questo permetterà alle famiglie di acquistare immediatamente i libri e i sussidi didattici, senza dover anticipare il costo e attendere il rimborso.

La delibera prevede anche la conferma della fornitura gratuita dei libri di testo per gli alunni delle scuole primarie, statali e paritarie, attraverso il sistema delle “cedole librarie”.

“Siamo accanto alle famiglie per garantire davvero il diritto allo studio, quest’anno in modo ancora più forte”, ha dichiarato il Sindaco Roberto Gualtieri. “I nostri studenti e le nostre studentesse devono poter disporre dei libri necessari, come delle strumentazioni e dei programmi più adeguati. Una comunità è tale solo se combatte per il superamento delle disuguaglianze e affinché le opportunità siano le stesse per tutti. Il diritto allo studio è il primo punto da cui partire e, fin dal nostro insediamento, abbiamo costantemente lavorato per promuoverlo”.

Claudia Pratelli, Assessora alla Scuola, Formazione, Lavoro di Roma Capitale, ha aggiunto: “Confermiamo un investimento sul diritto allo studio e sulla lotta alle diseguaglianze. In questi anni abbiamo riformato il sistema dei buoni libro per renderlo più efficace e incisivo, con l’obiettivo di intervenire in modo diretto a sostegno delle famiglie e garantire ai ragazzi e alle ragazze aventi i requisiti, che a Roma sono più di 40 mila, l’esercizio di un diritto fondamentale come quello allo studio. In un momento storico complicato, in cui l’inflazione impatta sulla vita di tante persone, occorre un protagonismo delle Istituzioni per consentire l’esercizio di diritti fondamentali. Gli interventi per il diritto allo studio rappresentano una risposta concreta”.

I buoni libro verranno erogati in formato digitale e potranno essere utilizzati presso le librerie convenzionate. L’avviso per presentare richiesta sarà disponibile online a partire dalla seconda metà di luglio.

Per agevolare la presentazione delle richieste, sarà possibile rivolgersi sia agli Uffici Relazioni con il Pubblico (URP) sia ai Punti Roma Facile (PRoF) dei Municipi, che offriranno supporto alle famiglie nella procedura di richiesta online.