Attualità Redazione 1 Marzo 2024 (0) (31)

SPIAGGE SERENE – I dati del progetto

Presentati ieri i risultati relativi all’iniziativa “Spiagge Serene”, ideata dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma con il patrocinio della Regione Lazio, realizzata in collaborazione con le Asl RM3, RM4, RM6, svoltasi nell’estate dell’anno 2023. L’evento si è tenuto presso la sala Tevere della Regione Lazio e ha visto la presenza del Presidente della Regione Lazio Francesco Rocca, Il Presidente di OPI ROMA Maurizio Zega, il Commissario Straordinario della Asl Roma 6 Francesco Marchitelli, i Direttori Generali della Asl Roma 3 Francesca Milito e della Asl Roma 4 Cristina Matranga.

Il Commissario Straordinario della Asl Roma 6 dott. Francesco Marchitelli ha evidenziato la mission valoriale del Progetto Spiagge Serene: “Quando penso a quanto si è fatto – ha detto – e quanto si può fare ho sempre in mente la piacevole figura di un arcobaleno che funga da ponte tra acqua e terra, tra operatori sanitari e persone desiderose di aiutarsi reciprocamente. La forma è quella naturale di un grande sorriso che anima la volontà di trasmettere quel valore che è il vero fulcro portante di tutto: solidarietà, socialità, in una parola umanizzazione. Il progetto Spiagge Serene è un ponte fondamentale perché permette di fornire gli strumenti necessari e preziosi per aiutarsi reciprocamente. Saper soccorrere, intervenire in caso di malore, conoscere le regole comportamentali sono tutte sfumature di colore che affiorano, ci motivano e ci colorano soprattutto dopo momenti di tempesta. Per questo il progetto è efficace: il concetto di prendersi cura l’uno dell’altro diventa il giusto connubio per rafforzare quella rete fondamentale chiamata salute”.

I risultati dell’iniziativa SPIAGGE SERENE sono stati illustrati da Daniela D’Angelo, Infermiera referente per l’iniziativa ed iscritta all’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma.

Il progetto “Spiagge Serene” promuove l’Educazione alla Salute allo scopo di prevenire e intervenire in situazioni spiacevoli e talvolta pericolose per la salute che possono verificarsi durante il soggiorno nelle spiagge marine e lacustri, presenti sul territorio.

Da giugno a settembre sono state effettuare 48 uscite nelle spiagge del litorale romano e in particolare nella Asl Roma 6 sul Litorale di Torvaianica, Litorale di Marina di Ardea e di Tor San Lorenzo, Litorale di Lavinio e Lido dei Pini, Litorale di Nettuno, Litorale di Anzio, lago di Albano e di Nemi;

Il personale sanitario coinvolto dall’iniziativa (infermieri, ostetriche, assistenti sociali, fisioterapisti/logopedisti, dietisti, tecnici della prevenzione) ha effettuato interventi di educazione alla salute su argomenti quali: alimentazione-idratazione, comportamenti di tutela igienico-sanitaria, attività fisica, esposizione al sole, balneazione sicura, indicazioni di primo soccorso.

I bagnati coinvolti da progetto sono stati circa 10.000 e sono state distribuite 15.000 brochure. Il personale infermieristico ha effettuato 62 simulazione relativamente alla disostruzione delle vie aeree, rianimazioni cardio polmonare, manovre in caso di annegamento a cui hanno partecipato 2000 bagnanti.

Sono stati analizzati 1064 questionari di gradimento dai quali è emersa una piena soddisfazione per il progetto (98%) con un alto livello di utilità percepita (88%). Dall’analisi dei commenti ricevuti è emersa la volontà dei partecipanti di riproporre l’iniziativa anche in altri contesti di aggregazione sociale (centri ricreativi, parchi, eventi serali in piazza, centri commerciali) con una massiccia divulgazione tramite diversi canali (social, Siti Web e Blog). La presenza del personale nei luoghi di svago e quindi la proattività dell’iniziativa è stata molto apprezzata dall’utenza.